Agricola Centolani

Toscana

Agricola Centolani

Essere donna nel mondo del vino non è mai tanto facile. Il genere maschile declinato al singolare, oltretutto, imperversa e domina. Però da qualche tempo anche l’altra metà del ciclo inizia ad avere rappresentanti di valore, che di certo non sfigurano dinnanzi ai colleghi uomini.

Olga Peluso, napoletana trapiantata fra i vigneti di Montalcino, è di sicuro una delle manager più brave del settore. Dirige l’azienda che le ha affidato suo padre più di 15 anni fa, con decisione e piglio imprenditoriale, cercando di coniugare il tutto con il suo ruolo di mamma.

L’azienda Centolani, si chiama così la proprietà di Olga, si articola in diverse realtà vitivinicole. C’è la Tenuta Friggiali, situata a sudovest di Montalcino, nella sottozona di Tavarnella rivolta verso la Maremma e, al di là di essa, il Mar Tirreno. Una zona nota per dare vita a grandi rossi equilibrati e adatti all’invecchiamento. Il folklore locale riportava che questa parte di Montalcino fosse negativamente influenzata dagli effetti del “salmastro” portato delle brezze marine in direzione della Toscana centrale. Per fortuna la famiglia Centolani non ha mai creduto in queste bizzarre superstizioni, preferendo aver fede nella terra che ha valorizzato.

Poi c’è il vigneto di Pietranera, a Castelnuovo dell’Abate, nella parte sud-oridentale dell’area a Docg. E da lì arrivano vini più ricchi e potenti, sia nel caso dei Brunello si per i Rosso di Montalcino. Infine vi è la linea Donna Olga, sempre Brunello e Rosso.

Il tutto va a costruire una gamma di vini di altissimo livello che rispettano territori e sottozone, per far sì che le uve sangiovese, delle quali derivano i vari, possano dare conto delle differenze che i diversi terreni e microclimi inducono e favoriscono.